.
Annunci online

  pensatoio passeggiate per digerire l'attuale fase storica
 
Diario
 


 

 

Sono marxista

 




Darfur Day

Annuncio Pubblicitario

gaza_black_ribbon






sotto la media l'Italia arranca, con questi media l'Italia crepa







  


        
Articoli di filosofia

Il futuro delle filosofie
http://www.italonobile.it/Il%20futuro%20delle%20filosofie.htm

L'argomentazione apagogica sulla verità in Vittorio Hosle
http://www.italonobile.it/Esiste%20verità.htm

Pensiero di Pensiero...
http://www.italonobile.it/pensiero%20di%20pensiero.htm

La teoria delle descrizioni definite di Bertrand Russell

La x è solo un segno ?

Dall'assenza del segno al segno dell'assenza

Dallo zero alla variabile


Frege e la negazione

Frege e l'esistenza

Senso e denotazione in G. Frege

Concetto e Oggetto in G. Frege

Frege e la logica

Frege e il pensiero

Concetto e rappresentazione in G.Frege

Funzione e concetto in G. Frege

Il senso e la denotazione dei concetti in Frege

La connessione dei concetti in Frege

Ontologia del virtuale
http://www.italonobile.it/Ontologia%20del%20virtuale.htm

L'eliminazione della metafisica di R. Carnap

Conoscenza e concetto in M. Schlick

Schlick e la possibilità di altre logiche

Tempo e spazio in Schlick

Schlick e le categorie kantiane

Apparenza e realtà in Schlick

Concetti e giudizi in Schlick

Analitico e sintetico in Schlick

Evidenza e percezione in Schlick

Giudizio e conoscenza in Schlick

Il reale secondo Schlick

La critica di Schlick all'intuizione

Definizioni e sistemi formali in Schlick

La logica in Schlick

La verificazione in Schlick

La verità in Schlick

Lo scetticismo nell'analisi secondo Schlick

Lo scopo della conoscenza in Schlick

Logico e psicologico in Schlick

L'unità di coscienza secondo Schlick

Schlick e la svolta della filosofia

Schlick e l'induzione

Matematica e realtà in Schlick


Alexius von Meinong e la teoria dell'oggetto


Bernard Bolzano e una logica per la matematica

Contenuto e oggetto in Kazimierz Twardowski

Jean Piaget e la conservazione delle quantità continue

L'attualità di Feyerabend

Sul Gesù storico
http://www.italonobile.it/La%20spartizione%20delle%20vesti.htm

La coscienza secondo Thomas Nagel
http://www.italonobile.it/la%20doppia%20vita%20del%20conte%20Dracula.htm

Filosofia e visione
http://www.italonobile.it/l'immagine%20della%20filosofia.htm
http://pensatoio.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=614562

Ermeneutica della luce e dell'ombra
http://www.italonobile.it/all'ombra%20della%20luce.htm
http://pensatoio.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=614557

Il test di Fantuzzing: mente e società
http://www.italonobile.it/Test%20di%20Fantuzzing.htm

Metafisica oggi
http://www.italonobile.it/metafisica.htm

La merce in Marx

Una teoria marxista della crisi : un primo livello di riflessione


Globalizzazione economica e giuridica
http://www.italonobile.it/globalizzazione.htm
http://pensatoio.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=615609

Guerra, marxismo e nonviolenza
http://www.italonobile.it/Guerra,%20marxismo%20e%20non%20violenza.htm
http://pensatoio.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=615613

Utopia e stato d'eccezione
http://www.italonobile.it/utopia%20e%20stato%20d'eccezione.htm
http://pensatoio.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=622445

Il reddito di cittadinanza
http://www.crisieconflitti.it/public/Nobile1.pdf

Keynes da un punto di vista marxista

Appunti marxiani 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10



STORIA DEI NUMERI E DELLE CIFRE NUMERICHE
http://www.italonobile.it/genealogia%20della%20matematica.htm

La comunicazione nel linguaggio scientifico e la filosofia

 http://pensatoio.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=614558



Lemmi Wikipedia da me integrati
Alexius Meinong
Bernard Bolzano
Storia dei numeri
Sistema di numerazione
Sistema di numerazione cinese
Sistema di numerazione maya


Il Capitale di Marx e altro
1 2  3  4  6  7  8  9
10  11  12  13  14  15  
16  17  18  19  20  21
22  23  24  25  26  27
28  29  30  31  32 

 

Dibattito su Emiliano Brancaccio
1 2 3

Quelli che la crisi l'avevano prevista

Cazzari Nobel

Le molte cazzate del Nobel cazzaro

 

DISCLAIMER (ATTENZIONE):
l'Autore dichiara di non essere
responsabile per i commenti
inseriti nei post. Eventuali
commenti dei lettori, lesivi
dell'immagine o dell'onorabilità
di persone terze non sono da
attribuirsi all'Autore, nemmeno se
il commento viene espresso
in forma anonima o criptata.







17 aprile 2009

Forza Lega !

Stavolta sostengo la Lega nel suo ostruzionismo, nella sua difesa del particulare che sa almeno di corretta percezione dei propri interessi. E hanno torto i radicaloidi referendari, portatori d'acqua spesso in malafede delle forze politiche egemoni. A partire dalla necessità di scegliere i propri rappresentanti (ma è questa la democrazia ?), presupponendo erroneamente di poterne valutare l'affidabilità, alla fine si stanno facendo gli interessi di una riforma bipartitica del sistema elettorale. Si dirà, ma se il popolo italiano decide con il referendum in questo senso ? 



Ma allora, se il 55% degli Italiani (ma fosse pure il 70-80%),stabilisce che il restante 45 o 20 avrà più problemi nel farsi rappresentare in Parlamento, siamo di fronte ad una democrazia, o ad una dittatura della maggioranza ?


5 aprile 2009

The Guardian : l'ombra del fascismo

L’obiettivo centrale di Silvio Berlusconi come Primo Ministro italiano è apparso da lungo tempo sconcertante e vergognosamente ovvio. Sin da quando scese in campo nel vuoto politico creato nel 1993 dai simultanei scandali della corruzione governativa a destra e dal collasso del comunismo italiano a sinistra, il signor Berlusconi ha usato la sua carriera e il suo potere politico per proteggere dalla legge se stesso e il suo impero mediatico. Durante il più lungo dei suoi tre periodi di detenzione del potere, il signor Berlusconi non solo ha consolidato il suo già forte controllo sull’industria dei mass media italiani – oggi egli ne controlla direttamente circa la metà – ma ha fatto approvare una legge che gli ha garantito l’immunità da ogni procedimento giudiziario. Poi, quando quella legge è stata dichiarata incostituzionale, il signor Berlusconi nuovamente rieletto l’ha riportata in vigore con una nuova formulazione lo scorso anno e l’ha reintrodotta nell’ordinamento giudiziario.
Il successo del signor Berlusconi è dovuto per un verso alla sua stessa audacia e molto più per l’altro in maggior misura alla sempre più profonda debolezza dei suoi avversari. La sinistra italiana in particolare è venuta meno al compito di dispiegare una opposizione efficace. Pur tuttavia l’ultimo atto del signor Berlusconi – l’unione nel nuovo blocco del Popolo della Libertà, completata ieri, del suo partito Forza Italia con Alleanza Nazionale che discende direttamente dalla tradizione fascista di Benito Mussolini – può aver lasciato una ben più durevole impronta sulla vita pubblica italiana di qualsiasi altro intervento precedentemente posto in atto da questo tycoon populista.



Differentemente da quanto accaduto nella Germania postbellica, l’Italia del dopoguerra non ha mai fatto i conti con la sua eredità fascista. Il risultato è stato che, mentre il neofascismo non è mai seriamente tornato in superficie in Germania, in Italia si sono verificate importanti continuità – leggi e funzionari ereditati dall’era mussoliniana, e la rinascita post bellica di un ribattezzato partito fascista – il tutto malgrado una nominale cultura pubblica antifascista. Queste continuità sono ora diventate più solide. E’ un giorno di vergogna per l’Italia.
E’ anche vero che AN ha percorso una lunga distanza in sessanta anni. Il suo leader Gianfranco Fini si è spogliato dei suoi vecchi indumenti politici e ha guidato il suo partito verso il centro. Per più di quindici anni ha operato come alleato del signor Berlusconi. Ora parla della necessità di un dialogo con l’Islam, denunzia l’antisemitismo e promuove un’Italia multietnica – prese di posizione che il signor Berlusconi con le sue campagne populiste contro gli zingari e gli immigrati e con la sua propensione per un razzismo soft troverebbe difficoltà a condividere.
Malgrado le sue lontane origini liberali l’Italia moderna è storicamente un paese orientato a destra. Rimane peraltro scioccante che un capo di governo tra i venti leaders mondiali nel vertice economico di questa settimana a Londra abbia ricostruito la sua base politica sulle fondamenta poste da fascisti e che ora come risultato rivendichi una probabile permanenza della destra al potere per generazioni a venire.


29 marzo 2009

La deificazione di una zucca

Il riferimento al testo di Seneca non è per dare dello zuccone a Berlusca, ma per evidenziare che siamo in una fase della storia della nostra Repubblica per cui qualsiasi cosa (e non chiunque) può andare al potere ed essere glorificato : questo è un effetto indesiderato del combinato disposto tra struttura politica democratica (un bene) e struttura mediatica fortemente monopolizzata (un male). Di Berlusca io parlo poco, rispetto ad altri blog, perchè rappresenta un paradigma politico-economico incommensurabile con il mio e quindi lo guardo con lo sbalordimento che si può avere alla vista di un marziano. Preferisco arrabbiarmi con quelli che potrebbero essere miei alleati politici e che (a mio parere) gli hanno permesso di proliferare come una metastasi in tutto il sistema politico italiano. 



Ritengo doveroso ricordare però che (mi perdonerete se l'esigenza di sintesi darà l'ìmpressione di essere semplificatorio) :
1) Berlusconi rappresenta la realizzazione di un piano eversivo (quello della loggia P2), riconosciuto come criminoso circa 25 anni fa.
2) Berlusconi rappresenta la legittimazione politica delle mafie, degli evasori fiscali e contributivi e cioè di quei soggetti che mantengono alto l'indice di percezione di corruzione del nostro paese, indice non paragonabile a quello della maggior parte dei paesi europei e/o sviluppati.
3) Berlusconi è colui che intende indebolire le garanzie dei lavoratori con il ricorso ad un'ideologia liberista la cui realizzazione per quanto utopistica (e dunque motivata da una pericolosa ipocrisia), porterà al massimo di danno per i lavoratori dipendenti.
4) Berlusconi intende svuotare e mutilare la Costituzione repubblicana attraverso modifiche deleterie per la liberale divisione dei poteri e l'indebolimento collegato del potere legislativo e del potere giudiziario.
5) Attraverso l'alleanza con la Lega, Berlusconi sta promuovendo una riforma federalista che aggraverà gli squilibri regionali esistenti nel paese e condannerà il Meridione ad altri decenni di sottosviluppo, con il rischio di una futura guerra civile.
6) Attraverso l'alleanza con AN e il culto della propria personalità Berlusconi sta favorendo un ritorno degli ideali fascisti all'interno del tessuto sociale. A questi si associano le pulsioni xenofobe alimentate dalla Lega.
7) Berlusconi con la sua alleanza sociale con gli imprenditori edili e trascurando l'impatto ambientale di qualsivoglia intervento pubblico o privato sul territorio, contribuirà alla devastazione di quel che resta dell'ambiente idrogeologico e biotico del nostro paese.


20 febbraio 2009

Alessandro Dal Lago : quella degli immigrati è una rivolta annunciata

 

Prendete poco meno di novecento persone - che già hanno affrontato i rischi di un viaggio per mare - e stipateli in un centro che al massimo ne potrebbe contenere un terzo. Teneteli lì per due mesi e più in condizioni igieniche facilmente immaginabili, in attesa di rimandarne cento alla volta in Tunisia oppure di essere deportati chissà dove. Nell'ansia, nella paura e nella solitudine. In una situazione tale che da mesi il sindaco di Lampedusa definisce il Centro di prima identificazione ed espulsione un «lager». Che vi aspettate se non una rivolta?
Rivolte e fughe sono già avvenute, e anche a Lampedusa, quando per la prima volta la popolazione ha solidarizzato con gli stranieri internati e ha cacciato una ex sindachessa divenuta deputato della Lega. Ma questa volta le dimensioni della protesta indicano un salto di qualità. Una protesta di massa che non ha solo di mira un internamento disumano, ma anche la politica della «cattiveria», quella che il nostro ministro degli interni, Bobo Maroni, ha annunciato e sta praticando. Per mille vie, gli stranieri internati sanno.
Sanno ciò che li aspetta. Se sfuggiranno alla deportazione, finiranno nella zona oscura dell'emarginazione, della precarietà, dell'odio di una società che - in parte almeno apparentemente preponderante - ha deciso di risolvere il problema della loro esistenza cancellandoli dal novero degli umani, riducendoli a una sorta di merce frutto di traffici illegali e buona per traffici «legali». Perché di questo si tratta. Il crimine di uno, di due o di cento li stigmatizza come bestie, a partire dal loro trattamento appena sbarcati, per continuare e finire con la vita che faranno.



Che un paese, nella sua parte preponderante, almeno a giudicare dai monotoni risultati elettorali, non sia capace di pensarli e trattarli diversamente comincia a non sorprendere più nessuno. È una questione europea, anzi mondiale, che azzera ogni illusione nello stato di diritto quando si occupa dei non cittadini.
Una democrazia formale può convivere con l'esistenza di una quota di esseri umani espulsi di fatto dall'umanità. Qualcosa che ricorda, non troppo alla lontana, gli Stati Uniti d'America prima di Lincoln, compresa l'aria di linciaggio che spira dalla Padania, e non solo. Ma compresi anche i primi sussulti di consapevolezza collettiva e di rivolta.
Tutto questo, ormai, non può sorprendere: dalla mercificazione alla rivolta. Sorprende di più che gli statisti oggi al potere da noi non riescano nemmeno a intuire - nonostante gli avvertimenti della Chiesa, in altre occasioni così tanto ascoltata - di trovarsi di fronte a esseri provvisti, come chiunque altro, di dignità.
Se uno affronta i tanti rischi della morte in un deserto, che volete che sia l'incendio di un centro su un'isola al centro di quel Mediterraneo su cui hanno appena rischiato la vita? E se si sfidano gli elementi e poi si resiste all'ostilità diffusa, non verrà il momento di un'opposizione sociale?
Prime crepe nel muro della fortezza, di cui l'Italia d'oggi costituisce il perimetro più sgangherato. Piccoli annunci di futuro. Le tante destre del nostro paese, i tanti suoi ragionevoli moderati, tutto questo non lo capiscono. Non dovrebbe suggerire qualcosa almeno a ciò che resta della sinistra?


10 gennaio 2009

Oltre la tassa sugli immigrati....

Si potrebbe :




1) Tassare i guadagni degli scafisti o costituire con loro una joint-venture
2) Organizzare il rientro dei clandestini tramite gli stessi scafisti a prezzi scontati
3) Far annegare direttamente gli individui meno produttivi prima del rientro in maniera da razionalizzare le perdite
4) Far apparire il nome di uno sponsor italico sugli scafi.
5) Far diventare Lampedusa la nuova isola dei Famosi e sorteggiare un clandestino perchè partecipi allo show.
6) Fare una convenzione con un'agenzia di scommesse perchè gli abitanti di Lampedusa scommettano sul numero giornaliero dei clandestini ed il numero dei morti annegati
7) Sorteggiare tra i clandestini sbarcati per la seconda volta quello che parteciperà a "Carramba, che sorpresa"


6 ottobre 2008

SOS Antiracisme

 Adolf Hitler : "Io credo che sia esagerato definire i campi di sterminio un fenomeno di razzismo. Abbiamo sterminato infatti anche i comunisti tra i quali c'erano decine di tedeschi puri."



Adolf Hitler : "Non credo che l'epiteto 'sporco ebreo' sia un epiteto razzista. L'insulto è contenuto nel termine 'sporco', mica nel termine 'ebreo' "



Adolf Hitler : "Gli Italiani non sono razzisti. Non è scritto nel loro DNA. Per essere razzisti bisogna lavorare sodo. Loro appena hanno dell'immondizia la mandano a noi per incenerirla"


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Hitler razzismo Fini Schifani Maroni Veltroni

permalink | inviato da pensatoio il 6/10/2008 alle 9:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


5 ottobre 2008

Il razzismo c'è

Garantisce Gianfranco Fini.



Per fortuna che ho il mio pusher alla prossima piazzolla di sosta
....


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Fini razzismo

permalink | inviato da pensatoio il 5/10/2008 alle 9:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


9 maggio 2008

Governo Berlusconi : considerazioni ingenue

Senza partire da punti di vista ideologicamente determinati, il governo Berlusconi rapidamente insediatosi desta diverse perplessità :
1) Sparisce il ministero della Sanità (assorbito dal Welfare?) e questa è una trascuratezza notevole e penso un segnale chiaro.
2) Qual è il legame tra innovazione tecnologica e funzione pubblica ? L'innovazione tecnologica riguarderà solo la pubblica amministrazione ? E allora che fine fa la ricerca scientifica ? Viene assimilata all'istruzione ? Ed in che senso si collega l'istruzione alla ricerca ? In che senso colleghiamo la trasmissione dei saperi con l'elaborazione di nuovi saperi ?
3) Se c'è un ministero dell'economia perchè scorporare da esso il ministero dello sviluppo economico ? Perchè non il vecchio ministero dell'industria allora ? E perchè darlo a Scajola invece che contentare meglio il Brunetta che sarebbe un economista ?
4) Se Stefania Prestigiacomo è stata già alle Pari opportunità, perchè spostarla all'Ambiente ? E perchè spostare l'ex ministro dell'Ambiente alle infrastrutture ? Perchè l'esperienza precedente non viene valorizzata ?
5) Che senso ha un ministero per la semplificazione ? In che consiste tale attività ? Non la può svolgere lo stesso governo in sinergia con il Parlamento ?
6) Che fine fa il Ministero del Lavoro ? Anche questo viene assimilato al Welfare ? La politica attiva per il lavoro e quella dei rapporti con sindacati e industria fanno parte del Welfare ?
7) Che senso hanno tre ministeri per i rapporti (con il Parlamento, l'Unione europea, le Regioni) ? Quello sulle politiche europee non può essere svolto dagli Esteri? E quello con il Parlamento non può essere svolto dallo stesso Consiglio dei ministri ?
8) Che fine fa lo Sport ? E' ridotto alla politica giovanile ?
9) L'attuazione del programma non può essere svolta dal Consiglio dei ministri ? Che senso ha mettere un guardiano del bidone che può essere vuoto ?

Insomma si è tagliato e lo si è fatto male.


6 maggio 2008

Un eccesso di spiritualismo

Hanno voglia a moderarsi o a sdoganarsi, i fascisti rimangono sempre gli stessi.
Un esempio è Fini che con eccessivo olimpico distacco da Presidente della Camera ha detto che
gli incidenti della Fiera del Libro sono molto più gravi dei fatti di Verona ad opera di simpatizzanti di destra.
Infatti per il fascista la vita e la morte sono meri strumenti e vestigio imperfetto per la realizzazione di Fini (nomen omen) più alti. Le morti simboliche sono più dolorose delle morti reali.
Una bandiera cosa ben più importante di una persona.




I fascisti tardano a vedere dove mettono i piedi, proiettati come sono verso l'alto....

Manca nel fascista quella sorta di sano materialismo che
ci fa preferire il soldato scappato a quello tornato sugli scudi.
Peccato che  di Fini più alti ormai se ne trovano difficilmente : con l'aumento dei carburanti e del pane poi, di Fini restano solo i tortellini....


21 novembre 2007

Ciociole 11 (Il mondo visto da Crociuzzo e Addolorata)

Questi Giovanardi....

Addolorata : "Giovanardi apre a Berlusconi.."
Crociuzzo: " Dall'esterno ? "

On the road...

Addolorata : "Nel weekend 25 morti sulle strade..."
Crociuzzo: "Dovrebbero seppellirli stesso lì...almeno riempirebbero 25 buche..."



Fuori orario...

Addolorata: "Le ferrovie avranno presto un nuovo orario..."
Crociuzzo: "Avranno omologato i ritardi...."

L'affluenza della politica

Addolorata: "Fini ha detto che non confluirà in Berlusconi..."
Crociuzzo: "Ormai il Cavaliere è diventato una cloaca..."



QUESTO E ALTRO SU MINIMIMEDIA





Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi fini ferrovie giovanardi incidenti

permalink | inviato da pensatoio il 21/11/2007 alle 12:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

sfoglia     marzo        maggio
 

 rubriche

Diario
Filosofia
Politica
Articoli
deliri
Schegge
Ontologia
Epistemologia
Storia
Ermeneutica
Conto e racconto
Comunismo

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

italo nobile
Periecontologia
blog filosofia analitica
porta di massa (filosofia)
Crisieconflitti
Blog di crisieconflitti
Rescogitans
Spettegolando
Being and existence
Josiah Royce
filosoficonet
Russell on proposition
Wittgenstein against Russell
Landini on Russell
Kalam argument
Internet enciclopedy of philosophy
Sifa
swif
Moses
Grayling
Bas Van Fraassen
Gilbert Harman
Nordic journal of Philosophical logic
Paideia Project
Ousia
Diogene : filosofare oggi
formamentis
riflessioni
Articoli filosofici
Ancient Philosophy
Dialegesthai
Hegel in MIA
MIA . risorse filosofiche
Gesù e la storia
piergiorgio odifreddi
renato palmieri
Dizionario sanscrito
Lessico aramaico
Cultura indù
Lessico indiano
Mitologie
Egittologia
Archeogate
Popoli antichi
Antichi testi cristiani
Bibbia
Testi biblici e religiosi
Agiografia
Eresie
Critica della Bibbia
Psychomedia
Rabindranath Tagore
La Pietà di Michelangelo
Sapere
google
Wikipedia
Libri in commercio
google traduttore
libri su google
Emiliano Brancaccio
Libri in commercio2
Dispense
crisieconflittiblog
l'ernesto
Essere comunisti
manifesto
Liberazione
Proteo Vasapollo
Appello degli economisti
Krisis
Rivista del Manifesto
n+1
Temi marxisti
Ripensare Marx
Gianfranco La Grassa
Ripensare Marx 2
Costanzo Preve
CriticaMente
Mercati esplosivi
Intermarx
Archivio marxista
35 ore
Gianfranco Pala
Contraddizione
falcemartello
Comunisti internazionalisti
Comedonchisciotte
Che fare
Teoria critica libertaria
Bellaciao
Anarcocomunisti
Informationguerrilla
Scambio senza denaro
Chaos
Guerra globale
Peacelink
Altraeconomia
Brianza popolare
indymedia napoli
Partito comunista internazionale
Prometeo
Giano
Cervetto
Rivoluzione comunista
P.C.internazionale (sinistra)
Teoria e prassi
Contropiano
Mazzetti
mazzetti2
vis a vis
Rotta comunista
Erre
Indymedia lavoro
Il pane e le rose
Articoli neweconomy
Noam Chomsky
Malcom X economia
La Voce.info
Z-Anarchismo
Iura Gentium
Domenico Gallo
Articolo 21
ansa
Openpolis
Asca (agenzia stampa)
Repubblica
Corriere della Sera
Adnkronos
Agenzia giornalistica italiana
Il Foglio
Informazioni on line
Rapporto Amnesty
Governo italiano
Inail
Avvisatore Parlamento
Inps
Istat
Censis
Rete no-global
Greenpeace
Utopie
Associazione pro Cuba
Rassegna stampa
Rassegna sindacale
Lucio Manisco
Nonluoghi
Osservatorio Balcani
Comunisti italiani
Rifondazione
Peace reporter
Centroimpastato
Democrazia e legalità
Società civile
Beppe Grillo
Alternative
Un mondo possibile
Laboratori di società
Antiutilitarismo
Mediawatch
Megachip
Le monde diplomatique
Report
Forum Palestina
Il filo rosso
Il Dialogo
Giulietto Chiesa
Guerraepace
Namaste
NensVisco Bersani
Unità
Sinistri progetti
Socialpress
Cafebabel
Terreliberedallamafia
Maria Turchetto
Carta
Carmilla
Lettera internazionale
Jacopo Fo
Globalproject
Attac
Anarchivio
Resistenze
Micromegas
Sbilanciamoci
War news
Tobin tax
Un ponte per
Uruknet
Lettera 22
Rainews
Reti invisibili
Centomovimenti
Euronews
Nidil Cgil
Chain workers
Cani sciolti
Ivan Ingrilli (sanità)
Sanità mondiale
Almanacco dei misteri
Rapporto Amnesty
Diritto del lavoro
Atlante geopolitico
Criticamente
Disinformazione
istitutobrunoleoni
Statistiche Bankit
Debitopubblico
Economia politica
Rasegna stampa economia
Dizionario economia
Cnel
formazionelavoratori
Confcommercio
Affari esteri
Teocollectorborse
Businessonline
Linneo economia
Economia e società aperta
Statistiche annuario ferrarese
Eures
Cgil Lombardia
Fondazione Di Vittorio
Fai notizia
Luogo comune
Zoopolitico
ok notizie
Wikio
La mia notizia
Youtube
Technorati
Blog
Answers
La leva di Archimede
Eguaglianzaelibertà
Liberanimus
Link economici
campioni pugilato
All words (dizionari)
Babelfish traduttore
Dieta
Cucina 2 : Buonissimo
Calorie
Cucina
Primi piatti
Dieta 2
Last minute
Dica 33
Schede medicinali
Dizionario etimologico
Dizionari
E-testi
Foto da internet
Ferrovie dello Stato
La Gazzetta dello Sport
Incucina
Cucina napoletana
Tabelle nutrizionali
Altalex
Pagine bianche
Calcola inflazione e interessi
Film Tv
Fuoco
Studium
Amica Mia di Pigura
prc valdelsa
Siddhartino
Altromedia
Trashopolis
lotte operaie nel mondo
vulvia
Korvo Rosso
La tela di Penelope
Conteoliver
Mario
Cloroalclero
Fronesis
Il mondo di Galatea
Polpettine
Tisbe
Lameduck
aiuto
Daciavalent
Arabafenice
Batsceba
Pibua
Guevina
Vietato cliccare
Cattivomaestro
Khayyamsblog
Francesco Nardi
Alex321
Ciromonacella
Comicomix
Devarim
Raccoon
La grande crisi del 2009 (cronache)
Giornalettismo
Zio Antonio
Radioinsurgente
Garbo
Vita da St(r)agista
sonolaico
serafico
jonathan fanesi
Valhalla
Millenniumphoenix
gianfalcovignettista
occhidaorientale
Undine
Capemaster
Mimovo
antonio barbagallo
Nefeli
Secondoprotocollo
Nessunotocchisaddam
Pragmi
Rigitans
Alessandro
Formamentisblog
Corso di traduzione letteraria
Filosofia del web
Mediamente
Psicopolis
Blog cognitivismo
Dswelfare
Caffeeuropa
Stefano Borselli
Domenico De simone
Andrea Agostini
democrazia diretta
Finkelstein
Movisol
Società e conflitto
menoStato
Settantasette
la Cia
misteri e cospirazioni
Globalizzazione
Centroimpastato
Tugan Baranovsky
Wright su reddito garantito
Contro il lavoro
Assenteismo e operai
Auschwitz e il marxismo
Cestim migrazioni
Salute naturale
Signoraggio
Umanitànova
Crisi della liquidità
Cooperazione tra cervelli
La Grassa su Bettelheim
Marx e Lange
Gramsci e la globalizzazione
Marx e la crisi
Prc quinto Congresso
Lessico gramsciano
Il virus inventato
Lotte disoccupati francesi
Biospazio
Storia nonviolenza
Tax justice network
Marx e la crisi
Seminari della controra
Valori e prezzi
Veti Usa a risoluzioni Onu
Anarchici
Nuovi mondi media
Stele e cartigli egizi
Libro dei morti
Egitto
Egitto2
Egitto3
Egitto4
Egitto5
Storia delle Brigate Rosse
Guide di Dada net
Aljazira.it
Arab monitor
Il Giornale
Cultura cattolica
Il denaro
Aldo Pietro Ferrari
Asianews
Storia della birra
Storia contemporanea
Dossier Legge Biagi
Ateneonline

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom