.
Annunci online

  pensatoio passeggiate per digerire l'attuale fase storica
 
Diario
 


 

 

Sono marxista

 




Darfur Day

Annuncio Pubblicitario

gaza_black_ribbon






sotto la media l'Italia arranca, con questi media l'Italia crepa







  


        
Articoli di filosofia

Il futuro delle filosofie
http://www.italonobile.it/Il%20futuro%20delle%20filosofie.htm

L'argomentazione apagogica sulla verità in Vittorio Hosle
http://www.italonobile.it/Esiste%20verità.htm

Pensiero di Pensiero...
http://www.italonobile.it/pensiero%20di%20pensiero.htm

La teoria delle descrizioni definite di Bertrand Russell

La x è solo un segno ?

Dall'assenza del segno al segno dell'assenza

Dallo zero alla variabile


Frege e la negazione

Frege e l'esistenza

Senso e denotazione in G. Frege

Concetto e Oggetto in G. Frege

Frege e la logica

Frege e il pensiero

Concetto e rappresentazione in G.Frege

Funzione e concetto in G. Frege

Il senso e la denotazione dei concetti in Frege

La connessione dei concetti in Frege

Ontologia del virtuale
http://www.italonobile.it/Ontologia%20del%20virtuale.htm

L'eliminazione della metafisica di R. Carnap

Conoscenza e concetto in M. Schlick

Schlick e la possibilità di altre logiche

Tempo e spazio in Schlick

Schlick e le categorie kantiane

Apparenza e realtà in Schlick

Concetti e giudizi in Schlick

Analitico e sintetico in Schlick

Evidenza e percezione in Schlick

Giudizio e conoscenza in Schlick

Il reale secondo Schlick

La critica di Schlick all'intuizione

Definizioni e sistemi formali in Schlick

La logica in Schlick

La verificazione in Schlick

La verità in Schlick

Lo scetticismo nell'analisi secondo Schlick

Lo scopo della conoscenza in Schlick

Logico e psicologico in Schlick

L'unità di coscienza secondo Schlick

Schlick e la svolta della filosofia

Schlick e l'induzione

Matematica e realtà in Schlick


Alexius von Meinong e la teoria dell'oggetto


Bernard Bolzano e una logica per la matematica

Contenuto e oggetto in Kazimierz Twardowski

Jean Piaget e la conservazione delle quantità continue

L'attualità di Feyerabend

Sul Gesù storico
http://www.italonobile.it/La%20spartizione%20delle%20vesti.htm

La coscienza secondo Thomas Nagel
http://www.italonobile.it/la%20doppia%20vita%20del%20conte%20Dracula.htm

Filosofia e visione
http://www.italonobile.it/l'immagine%20della%20filosofia.htm
http://pensatoio.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=614562

Ermeneutica della luce e dell'ombra
http://www.italonobile.it/all'ombra%20della%20luce.htm
http://pensatoio.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=614557

Il test di Fantuzzing: mente e società
http://www.italonobile.it/Test%20di%20Fantuzzing.htm

Metafisica oggi
http://www.italonobile.it/metafisica.htm

La merce in Marx

Una teoria marxista della crisi : un primo livello di riflessione


Globalizzazione economica e giuridica
http://www.italonobile.it/globalizzazione.htm
http://pensatoio.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=615609

Guerra, marxismo e nonviolenza
http://www.italonobile.it/Guerra,%20marxismo%20e%20non%20violenza.htm
http://pensatoio.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=615613

Utopia e stato d'eccezione
http://www.italonobile.it/utopia%20e%20stato%20d'eccezione.htm
http://pensatoio.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=622445

Il reddito di cittadinanza
http://www.crisieconflitti.it/public/Nobile1.pdf

Keynes da un punto di vista marxista

Appunti marxiani 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10



STORIA DEI NUMERI E DELLE CIFRE NUMERICHE
http://www.italonobile.it/genealogia%20della%20matematica.htm

La comunicazione nel linguaggio scientifico e la filosofia

 http://pensatoio.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=614558



Lemmi Wikipedia da me integrati
Alexius Meinong
Bernard Bolzano
Storia dei numeri
Sistema di numerazione
Sistema di numerazione cinese
Sistema di numerazione maya


Il Capitale di Marx e altro
1 2  3  4  6  7  8  9
10  11  12  13  14  15  
16  17  18  19  20  21
22  23  24  25  26  27
28  29  30  31  32 

 

Dibattito su Emiliano Brancaccio
1 2 3

Quelli che la crisi l'avevano prevista

Cazzari Nobel

Le molte cazzate del Nobel cazzaro

 

DISCLAIMER (ATTENZIONE):
l'Autore dichiara di non essere
responsabile per i commenti
inseriti nei post. Eventuali
commenti dei lettori, lesivi
dell'immagine o dell'onorabilità
di persone terze non sono da
attribuirsi all'Autore, nemmeno se
il commento viene espresso
in forma anonima o criptata.







6 marzo 2007

Diamoci da fare (col passaparola)

1) Promuoviamo la macchina ad idrogeno

2) Aiutiamo questa ragazza

3) Aiutiamo questa bambina




permalink | inviato da il 6/3/2007 alle 14:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


5 marzo 2007

Turbamenti e doppi sensi....

D'Alema : "Turbati per gli ultimi incidenti in Afghanistan..."
Turigliatto: " Questo intendevi quando dicevi che saremmo tornati a casa ? "




permalink | inviato da il 5/3/2007 alle 20:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


5 marzo 2007

Altri culi, altri mazzi.....

Elettore dell'Unione deluso: "Turigliatto vuole fare il gay col culo degli altri..."
Civile afghano morente: "A proposito di culo...."




permalink | inviato da il 5/3/2007 alle 14:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa


5 marzo 2007

Democraziaaaaaa....( post scatologico in senso manzoniano )

C'è chi dice che Turigliatto non può lamentarsi perchè ha violato elementari regole di democrazia....
Sarà..
A me pare che invece si stia applicando la regola che in un'associazione di fatto, la maggioranza può mandare a cagare un suo componente quando vuole e senza alcuna giustificazione...
Non so se questo c'entra con la democrazia, ma di certo si è verificato un effetto paradossale:
perchè Turigliatto è stato mandato a cagare, ma a fare la figura di merda è stata Rifondazione...

Forse perchè dal posto in cui è stato mandato (il gruppo misto), Turigliatto, finchè dura, può loro cagare in testa. 




permalink | inviato da il 5/3/2007 alle 1:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (22) | Versione per la stampa


4 marzo 2007

E' nato il nuovo Blog di Crisieconflitti sul Cannocchiale !

Ciao a tutti i cannocchialiblogger! Siamo approdati su questi lidi per fare più incontri e per aggiornare il nostro vecchio blog che potete trovare su crisieconflitti.it Vi invitiamo quindi a leggerci e ad intervenire sulle questioni che affronteremo!
quindi: BENVENUTI!
http://crisieconflitti1.ilcannocchiale.it/

Editoriale
Dopo Seattle il mondo è cambiato.
Il riflusso dei venti anni precedenti sembra essere finito nel mondo occidentale.

Milioni di esseri umani scendono in piazza, chiedono un mondo senza guerre, senza disuguaglianze crescenti tra ricchi e poveri, un mondo che non umili il lavoro e devasti la natura in nome degli interessi egoistici di ristrettissime élites economiche.
Sorgono bisogni oggettivamente confliggenti con gli equilibri consolidati (e conservatori) e sorge, quindi, la necessità di analisi radicali che vadano alle cause dei fenomeni, secondo la logica che, per eliminare certi effetti, bisogna eliminarne le cause, è la logica del radicalismo più serio e realista.  

Da qui Crisi e conflitti, rivista che vuol essere l'espressione di un tempo lacerato da crisi e conflitti radicali ed epocali che rimettono tutto in gioco. Il punto di riferimento teorico della rivista sono gli approcci, che rimettono in discussione il sistema nella sua globalità, e cioè il marxismo, innanzitutto, depurato da ogni dogmatismo (a cominciare dalla mitica "dittatura del proletariato") e privo di qualunque nostalgia per il modello rappresentato dai paesi del "socialismo irreale", poi l'anarco­sindacalismo, l'anarcocomunismo o il radicalismo pragmatico ed anti-ideologico che ispirò la "nuova sinistra" americana di un tempo o la sociologia di studiosi come Wright Mills. Il minimo comune denominatore che unisce queste posizioni teoriche, diverse ma non inconciliabili, è il rifiuto netto della società in cui viviamo e degli interessi egoistici e minoritari che la dominano, dietro la facciata della democrazia liberale.

Il referente politico della rivista è, invece, il "movimento" che si è sviluppato da Seattle in poi e che si oppone allo stato di cose esistente.
Nessuna pretesa di essere la "coscienza esterna" del movimento (espressione questa del peggiore vetero-leninismo) ma solo l'intenzione di fornire spunti di analisi e di riflessione.

Crisi e conflitti proporrà periodicamente un tema su cui si articoleranno sia l'attività laboratoriale dei redattori e dei collaboratori sia i contributi che saranno pubblicati volta per volta. Inoltre è aperto un blog a cui partecipare per animare la discussione tematica.

In questo ambito chiaramente delimitato, la più ampia libertà di ricerca e di proposta e poi l’esigenza di avere una struttura aperta e continuamente in progress come la rete richiede.




permalink | inviato da il 4/3/2007 alle 21:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


4 marzo 2007

Anna Finocchiaro scaricata

Anna Finocchiaro: "Finalmente è arrivato Pininfarina..."
D'Alema : "Non penserai che faccia salire una cozza sul suo Ferrari.."




permalink | inviato da il 4/3/2007 alle 12:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


3 marzo 2007

Gli esegeti del Programma ora si rifanno alla tradizione orale....

Nei commenti al mio post sugli esegeti del programma dell'UnioneLadytux risponde che
1) C'è nel Programma un capitolo sano a difesa degli impegni presi con le Nazioni unite
2) C'è nel Programma un capitolo sano in cui si parla del ritiro dall'Iraq e non dall'Afghanistan
3) Il segretario del mio partito non è contro la missione ( leggere quello che diceva prima delle elezioni amegliocchiplease )
4) In sezione mi hanno assicurato che si vota per la missione e tutti dicono che è così...
5) Perchè Turigliatto non ha rifiutato la candidatura ?
6) Perchè Turigliatto ha votato sei mesi fa per il rinnovo della missione ?
7) Visto che lo ha votato gente di Rifondazione chi gli ha dato la facoltà di cambiare partito con i nostri voti?
8) Per L'Iraq qualcosa si deve mollare, non c'è scritto a chiare lettere ma Pensatoio la politica la conosce....(e qui c'è anche un
link  poco significativo perchè si riferisce ad un dibattito del 2005)
9) Chi vince le primarie governa....(Prodi e Bertinotti d'accordo su ciò...)
10) Abbiamo rischiato Storace, Alemanno e la Mussolini....e Turigliatto ha fatto peggio di Pansa...
(su questo pure
Spartacus Quirinus mi assicura che alla caduta del governo Prodi lui si dimise da Rifondazione...)
11) Insomma pacta sunt servanda.

Anche 
Cloro mi incoraggia da compagna qual è, ma poi su un suo post ammette che

"che nel programma c’è anche un paragrafo abbastanza lungo dedicato alla nostra collaborazione con gli organismi internazionali per la “lotta contro il terrorismo” le cui affermazioni contraddicono palesemente quello che è citato qui sopra da Italo e da me, perché denominando “terrorismo”, secondo cio’ che viene indicato dagli organismi internazionali come “pericoli per la nostra sicurezza” i “talebani” piuttosto che Hezbollah, piuttosto che “l’estremismo islamico” ed affermando come impegno italiano la “collaborazione” con le forze che tutelano la “pace”, ecco che abbiamo firmato il nostro impegno per la “guerra” che, ovviamente, è sempre “difensiva” dati i presupposti…

E Cloro si imbarca nella spinosa questione se il programma sia contraddittorio....

Non dico
Kark Kraus che da attento filologo ha subito discettato sul termine "coscienza" usato da Turigliatto alla luce della Vulgata marxiana e marxista....
Nè cito
Mario (a cui KK ha subito fatto il terzo grado) e Korvorosso, le cui posizioni sono più o meno in sintonia con la mia....

Beh, che dire ?

A) Alcuni argomenti si basano su ciò che è scritto, altri su una sterminata tradizione orale del tipo "me l'ha detto mio cugino..." o "ce semo capiti..." oppure "la politica sai com'è...".
Purtroppo io la politica non so com'è e mio cugino è sordomuto. E vorrei sapere più esplicitamente com'è che ammiccando ammiccando si è arrivati all'espulsione di Turigliatto. Perchè magari, ammiccando ammiccando Turigliatto lo si poteva pure tenere in Rifondazione (e magari a D'Alema che ci veniva a guardare i libri contabili, potevamo fare un occhiolino e dire "A Massimì, ce semo capiti..."). Invece no, l'allontanamento viene fatto con tanto di decisione ufficiale e roboante tuono, ma quando si tratta di spiegare perchè Turigliatto è stato espulso si ricorre alla politica che tutti noi sappiamo cos'è....

B) Se dico che certamente vado via dall'Iraq, non dico che certamente non andrò via dall'Afghanistan. Piuttosto che "...Crediamo che il Parlamento debba autorizzare le spese relative ad un eventuale partecipazione dell'Italia con votazione 
separata per ogni singola missione ".
Da ciò desumo che le partecipazioni sono eventuali e che vanno votate volta per volta, e anche i rifinanziamenti perchè
"Queste considerazioni ci dovranno indurre a un’applicazione rigorosa dell’articolo 11 della Costituzione che, oltre all’ovvio principio di autodifesa, prevede e consente l’uso della forza soltanto in quanto misura di sicurezza collettiva, come previsto dal capitolo VII della Carta della Nazioni Unite, secondo criteri che distinguono la funzione di polizia internazionale dalla guerra: il mandato
dell’Onu, una forza delle Nazioni Unite, di natura tale da garantire la terzietà rispetto al Paese e agli interessi in
campo; la congruità dei mezzi rispetto ai fini perseguiti"
Insomma dobbiamo votare volta per volta, dal momento che dobbiamo verificare volta per volta la coerenza di tali partecipazioni con il dettato della Costituzione italiana e con quello dei principi delle Nazioni Unite. Quindi la questione dell'Afghanistan è aperta, anche perchè se leggiamo un bel post di
Fabio Guerrazzi lo stesso Consiglio di sicurezza tra un occhiolino e l'altro si mette la carta Onu sotto i piedi e parla di guerra. In questo caso per far finta che l'articolo 11 della Costituzione sia intatto, basterà l'occhiolino da consumati politici che si sono fatti Prodi e Bertinotti ?
 
img185/7204/bambied5.jpg

C) Per quanto riguarda il tema del terrorismo e degli impegni con le Nazioni Unite non c'è alcuna contestualizzazione  che regga (a meno che per "contestualizzazione" non si intenda un sinonimo di "occhiolino") : il capitolo citato del Programma è lo stesso da cui ho tratto la precedente citazione e non c'è un passo che alluda ad una permanenza senza se e senza ma in Afghanistan.
Anzi si dice dell' Onu che è un'organizzazione che deve garantire la pace, che bisogna mettere al centro l'articolo 11 della Costituzione, che bisogna riformare in senso antioligarchico le Nazioni Unite... Insomma, come diceva Sant'Agostino,
"prendi e leggi..." e si vedrà che se portiamo a coerenza il programma dell'Unione il rifinanziamento della missione in Afghanistan avrebbe più probabilità di essere rifiutato.

D) E qui arriviamo al segretario del mio partito, il lider maximo
Faustinho Bertinotti e al dibattito nel partito :

In primo luogo, Claudio Grassi che ha votato per il deferimento di Turigliatto, in passato (Maggio 2006) ha detto cose del genere 
Michele De Palma, responsabile dei Giovani Comunisti ha detto
questo
Un ordine del giorno della Segreteria nazionale al Comitato politico nazionale del partito ha detto questo
Il gruppo del Prc al Senato ha detto questo
E nello stesso governo c'è stata un'incertezza
Sansonetti ha scritto questo
Russo Spena ribadiva la necessità di ridiscutere entro il 2006 il bilancio della missione in Afghanistan
I parlamentari di Prc e Verdi chiedevano ritiro in
tempi certi
Ma probabilmente tutte queste cose sono state dette così :


Altrimenti in quale sezione avrà sentito certe cose Ladytux ?

E' solo al momento del voto di Luglio che Rifondazione comincia a 
cagarsi nei pantaloni
ma non si tratta di un'applicazione chiara di una linea politica, ma di sopportare un ricatto dei gruppi centristi dell'Unione e dunque di cominciare ad essere ambigui (ma qui il problema non è la coerenza di Turigliatto, ma quello di Rifondazione)

E) Turigliatto ha votato sì in un primo momento al rifinanziamento della missione, ma come già detto in
questo post, con parole che già facevano chiaramente presagire il suo atteggiamento successivo in un intervento applaudito (secondo quanto riportato dal sito stesso del Senato) dal gruppo di Rifondazione.

F) Sul fatto che Turigliatto rappresenti qualche iscritto e qualche votante del partito si veda il commento di Korvorosso e il sito della
Sinistra critica (con annessa raccolta di firme in solidarietà di Turigliatto)

G) Infine, il pericolo del ritorno delle Destre : non può essere la foglia di fico dietro cui nascondere tutto. Qui si sta rinnegando anche la scelta del 1998 (la caduta del primo governo Prodi) e questo vuol dire svendere un intero patrimonio politico, in nome di un avversione verso un personaggio (il sia pure abominevole Berlusconi) e non di una linea politica coerente e chiara.
Caro Spartacus, io non mi pento della prima caduta del governo Prodi : uno dei frutti positivi di quell'atto fu che mandammo a cagare i cossuttiani (spero che tu non facessi parte di quella parrocchietta). Ammetto di aver sbagliato in una cosa:  non sapevo che l'opportunismo politico si riproducesse anche all'interno dei bertinottiani e si mangiasse il partito in così pochi anni.
Ma di questo parlerò in altro post.

H) Infine, forse se fossi stato al posto di Turigliatto, anch'io avrei votato per il governo, anch'io mi sarei fatto prendere dal panico (perchè non si tratta di ragionamento politico, ma di panico). Ciò però non implica il triste spettacolo di un partito senza orgoglio, che offre l'agnello sacrificale all'approvazione dei soci di maggioranza dell'ennesimo Comitato d'affari del capitalismo e mostra con orgoglio l'unico residuo che ci sia rimasto della tradizione comunista, quello che più asseconda la parte peggiore di tale tradizione : il
centralismo democratico, con il suo conformismo, la sua ipocrisia, il suo servilismo sado-masochista, il suo retaggio clericale, la sua funzionalità al sistema di comando dell'impresa, la sua capacità di produrre sempre e di nuovo schiere di emeriti stronzi (di cui vediamo nello schieramento di centrodestra nuove ed abbondanti prove...).
Spero che Turigliatto sia di nuovo "incoerente" e che le sue dimissioni non vadano a buon fine. Almeno a Pallaro e a Frodo Follins si contrapporrà qualche rompicoglioni anche a sinistra




permalink | inviato da il 3/3/2007 alle 13:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa


2 marzo 2007

Blogghi tu che bloggo anch'io (con unaperfettastronza )

Ho votato anch'io sul blog di Mario Adinolfi....
Queste le mie scelte (potete trovarli nei miei link preferiti) :

1) Blog in assoluto

Giornalettismo;
L'Orizzonte degli eventi (Lameduck);
Il vaso di Pandora (Tisbe);
Aiuto;
Vulvia;

2) Blog al maschile

Aiuto;
Francesco Nardi;
Raccoon;
Titollo;
Karl Kraus;

3)Blog al femminile

Il vaso di Pandora (Tisbe);
L'orizzonte degli eventi (lameduck);
Vulvia;
Il mondo di galatea;
Cloroalclero;

4)Miglior post

So' tanti....vattelapesca...

5) Blog politico

Orizzonte degli eventi (lameduck);
Il vaso di Pandora (Tisbe);
Titollo;
Pensare in profondo;
Cloroalclero;

6) Blog artistico

Gianfalco;
Vulvia;
Raccoon;
Ciromonacella;
IlmondodiGalatea;

6) Blog personale

Aiuto;
Francesco Nardi;
IlmondodiGalatea;
Fronesis;
Il vaso di Pandora (Tisbe)

7) Blog giornalistico

Giornalettismo;
L'orizzonte degli eventi (Lameduck);
Il vaso di Pandora (Tisbe)
Raccoon;
Gennaro Carotenuto;


C'erano sicuramente molti altri che meritavano
come Studium e Korvo Rosso,
ma ho l'impressione che dedicano al blog giusto gli ultimi cinque minuti della partita
Se giocassero i novanta minuti sarebbe altra musica...


Vorrei poi parlare di un post di Unaperfettastronza che parla di blog più o meno commentati....
(il post mi è stato segnalato da Studium).
Fino a poco tempo fa i miei post erano poco commentati ed io mi sono spesso divertito a buttare sul blog certi cataplasmi che non ti dico...
Poi siccome sono un bravo picciotto e alcuni padrini, madrine, capiparanza e capibastone mi hanno segnalato chi qua e chi là, ora ho clienti che vanno e che vengono, a Natale caffè, qualche candela, e..e... e ho tre figli.
Insomma le visite mi fanno piacere e...ho detto tutto.
L'unica cosa che mi salva dal narcisismo del blogger è la pigrizia e la tendenza ad annoiarmi delle ripetizioni (anche se la vecchiaia incipiente a volte non mi rende consapevole del fatto che mi ripeto). Da piccolo ho sempre avuto la tendenza all'imprecisione sistematica (quando coloravo lasciavo sempre un po' qua ed un po' là degli spazi bianchi...). Questi difetti che tanto danno ti procurano nella vita hanno almeno il pregio di evitare di prenderti eccessivamente sul serio. 
E ciò è buono.


p.s. Una delle cose che non mi piacciono dei blog è quando chiudono. Ad es. vi prego di insistere con Mia per farla tornare. Se avessi la possibilità di mangiarmi un gelato con lei e farmi una passeggiata, me ne fregherei del blog, ma se il blog è l'unico modo di relazionarsi a delle persone, la chiusura di un blog è un andar via in un senso alquanto crudele. Non credete ? 




permalink | inviato da il 2/3/2007 alle 18:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


2 marzo 2007

Turigliatto e le missioni Onu

Ladytux nel discutere circa "l'allontanamento" di Turigliatto dal Prc, dice
"Turigliatto è stato inserito in lista 'blindata' quindi con la sicurezza di essere eletto.
Turigliatto ha accettato e sottoscritto un programma di 282 pagine con l'Unione e quindi con il suo partito.
Agli elettori è stato chiesto di votare "quel" programma... ce lo siamo letto mi pare
Beh se in quel programma non c'è scritto che ce ne andavamo dall'Afganistan, anzi, Turigliatto non puo' decidere per tutti gli elettori del centro sinistra, che io sia d'accordo o meno con l'idea di fondo.
Nel programma (che tra l'altro è online proprio sul sito di rifondazione) è sottolineato che le missioni 'onu' non si toccano.
Giusto, sbagliato, non ci piace, ci fa incazzare...ma quest'abbiamo accettato e Turigliatto per primo.
Turigliatto ha fatto
un patto con il partito (e gli elettori) ed ha accettato la linea di quel partito per 5 anni...non ha mantenuto i patti. Vai fuori dal partito. Perchè resti in un partito se non rispetti i patti e la linea decisa? "

Peccato che non mi è parso di aver letto sul programma dell'Unione che le missioni Onu non si toccano. C'è piuttosto scritto questo a pagina 98 e 99 :

" Queste considerazioni ci dovranno indurre a un’applicazione rigorosa dell’articolo 11 della Costituzione che, oltre all’ovvio principio di autodifesa, prevede e consente l’uso della forza soltanto in quanto misura di sicurezza collettiva, come previsto dal capitolo VII della Carta della Nazioni Unite, secondo criteri che distinguono la funzione di polizia internazionale dalla guerra: il mandato dell’Onu, una forza delle Nazioni Unite, di natura tale da garantire la terzietà rispetto al Paese e agli interessi in campo; la congruità dei mezzi rispetto ai fini perseguiti.Crediamo che il Parlamento debba autorizzare le spese relative ad un’eventuale partecipazione dell’Italia con votazione separata per ogni singola missione ."


Dunque, non mi sembra che la frase "...Il Parlamento debba autorizzare con votazione separata..." voglia dire che il Parlamento debba autorizzare la partecipazione a missioni Onu.
Comunque sono pronto a discuterne documenti alla mano...










permalink | inviato da il 2/3/2007 alle 0:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa


2 marzo 2007

Il problema dei policlinici (Il bluff delle esternalizzazioni)

Marco Valerio Broccati, della segreteria della Flc Cgil, nell'affrontare il problema dei policlinici universitari elenca una serie di nodi (ora citerò quasi fedelmente l'articolo) :

1) il primo è quello del rapporto tra Università e Regioni : l'Università può sostenere il peso economico dell'attività assistenziale delle facoltà di medicina solo con il rimborso, da parte delle regioni, delle prestazioni sanitarie erogate ai cittadini, sulla base di convenzioni pagate dal Fondo Sanitario nazionale. Le regioni dal canto loro mal digeriscono il fatto che pur essendo ufficiali pagatori, non governano direttamente i Policlinici, affidati all'autonomia universitaria. ciò produce una tensione permanente del sistema con ritardi dei rimborsi regionali etc.
2) Appalti ed esternalizzazioni hanno prodotto un crollo delle entrate dei Policlinici ; le scelte delle Regioni di moltiplicare le convenzioni con la sanità privata, dietro cui si muove un gigantesco giro d'affari, hanno ridotto il flusso finanziario per il pubblico, con le solite difficoltà per mantenere l'esistente e non ridurre (come spesso succede ) le prestazioni. La massiccia ed incontrollata espansione del precariato impedisce qualsiasi controllo sulla qualità del servizio e qualsiasi politica del personale. Spuntano come i funghi le cooperative di servizio, cui vengono attribuite porzioni sempre più ampie dell'attività istituzionale. Poi scoppia il caso e ci si chiede di chi è la responsabilità di quel servizio carente o inesistente. Nella confusione delle competenze, nessuno alla fine ne è responsabile. Invece si dovrebbe ricostruire la filiera dei nomi e dei rapporti che conducono all'appalto dei servizi.

Insomma anche in questo caso il privato è un bluff.




permalink | inviato da il 2/3/2007 alle 0:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     febbraio   <<  1 | 2 | 3 | 4  >>   aprile
 

 rubriche

Diario
Filosofia
Politica
Articoli
deliri
Schegge
Ontologia
Epistemologia
Storia
Ermeneutica
Conto e racconto
Comunismo

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

italo nobile
Periecontologia
blog filosofia analitica
porta di massa (filosofia)
Crisieconflitti
Blog di crisieconflitti
Rescogitans
Spettegolando
Being and existence
Josiah Royce
filosoficonet
Russell on proposition
Wittgenstein against Russell
Landini on Russell
Kalam argument
Internet enciclopedy of philosophy
Sifa
swif
Moses
Grayling
Bas Van Fraassen
Gilbert Harman
Nordic journal of Philosophical logic
Paideia Project
Ousia
Diogene : filosofare oggi
formamentis
riflessioni
Articoli filosofici
Ancient Philosophy
Dialegesthai
Hegel in MIA
MIA . risorse filosofiche
Gesù e la storia
piergiorgio odifreddi
renato palmieri
Dizionario sanscrito
Lessico aramaico
Cultura indù
Lessico indiano
Mitologie
Egittologia
Archeogate
Popoli antichi
Antichi testi cristiani
Bibbia
Testi biblici e religiosi
Agiografia
Eresie
Critica della Bibbia
Psychomedia
Rabindranath Tagore
La Pietà di Michelangelo
Sapere
google
Wikipedia
Libri in commercio
google traduttore
libri su google
Emiliano Brancaccio
Libri in commercio2
Dispense
crisieconflittiblog
l'ernesto
Essere comunisti
manifesto
Liberazione
Proteo Vasapollo
Appello degli economisti
Krisis
Rivista del Manifesto
n+1
Temi marxisti
Ripensare Marx
Gianfranco La Grassa
Ripensare Marx 2
Costanzo Preve
CriticaMente
Mercati esplosivi
Intermarx
Archivio marxista
35 ore
Gianfranco Pala
Contraddizione
falcemartello
Comunisti internazionalisti
Comedonchisciotte
Che fare
Teoria critica libertaria
Bellaciao
Anarcocomunisti
Informationguerrilla
Scambio senza denaro
Chaos
Guerra globale
Peacelink
Altraeconomia
Brianza popolare
indymedia napoli
Partito comunista internazionale
Prometeo
Giano
Cervetto
Rivoluzione comunista
P.C.internazionale (sinistra)
Teoria e prassi
Contropiano
Mazzetti
mazzetti2
vis a vis
Rotta comunista
Erre
Indymedia lavoro
Il pane e le rose
Articoli neweconomy
Noam Chomsky
Malcom X economia
La Voce.info
Z-Anarchismo
Iura Gentium
Domenico Gallo
Articolo 21
ansa
Openpolis
Asca (agenzia stampa)
Repubblica
Corriere della Sera
Adnkronos
Agenzia giornalistica italiana
Il Foglio
Informazioni on line
Rapporto Amnesty
Governo italiano
Inail
Avvisatore Parlamento
Inps
Istat
Censis
Rete no-global
Greenpeace
Utopie
Associazione pro Cuba
Rassegna stampa
Rassegna sindacale
Lucio Manisco
Nonluoghi
Osservatorio Balcani
Comunisti italiani
Rifondazione
Peace reporter
Centroimpastato
Democrazia e legalità
Società civile
Beppe Grillo
Alternative
Un mondo possibile
Laboratori di società
Antiutilitarismo
Mediawatch
Megachip
Le monde diplomatique
Report
Forum Palestina
Il filo rosso
Il Dialogo
Giulietto Chiesa
Guerraepace
Namaste
NensVisco Bersani
Unità
Sinistri progetti
Socialpress
Cafebabel
Terreliberedallamafia
Maria Turchetto
Carta
Carmilla
Lettera internazionale
Jacopo Fo
Globalproject
Attac
Anarchivio
Resistenze
Micromegas
Sbilanciamoci
War news
Tobin tax
Un ponte per
Uruknet
Lettera 22
Rainews
Reti invisibili
Centomovimenti
Euronews
Nidil Cgil
Chain workers
Cani sciolti
Ivan Ingrilli (sanità)
Sanità mondiale
Almanacco dei misteri
Rapporto Amnesty
Diritto del lavoro
Atlante geopolitico
Criticamente
Disinformazione
istitutobrunoleoni
Statistiche Bankit
Debitopubblico
Economia politica
Rasegna stampa economia
Dizionario economia
Cnel
formazionelavoratori
Confcommercio
Affari esteri
Teocollectorborse
Businessonline
Linneo economia
Economia e società aperta
Statistiche annuario ferrarese
Eures
Cgil Lombardia
Fondazione Di Vittorio
Fai notizia
Luogo comune
Zoopolitico
ok notizie
Wikio
La mia notizia
Youtube
Technorati
Blog
Answers
La leva di Archimede
Eguaglianzaelibertà
Liberanimus
Link economici
campioni pugilato
All words (dizionari)
Babelfish traduttore
Dieta
Cucina 2 : Buonissimo
Calorie
Cucina
Primi piatti
Dieta 2
Last minute
Dica 33
Schede medicinali
Dizionario etimologico
Dizionari
E-testi
Foto da internet
Ferrovie dello Stato
La Gazzetta dello Sport
Incucina
Cucina napoletana
Tabelle nutrizionali
Altalex
Pagine bianche
Calcola inflazione e interessi
Film Tv
Fuoco
Studium
Amica Mia di Pigura
prc valdelsa
Siddhartino
Altromedia
Trashopolis
lotte operaie nel mondo
vulvia
Korvo Rosso
La tela di Penelope
Conteoliver
Mario
Cloroalclero
Fronesis
Il mondo di Galatea
Polpettine
Tisbe
Lameduck
aiuto
Daciavalent
Arabafenice
Batsceba
Pibua
Guevina
Vietato cliccare
Cattivomaestro
Khayyamsblog
Francesco Nardi
Alex321
Ciromonacella
Comicomix
Devarim
Raccoon
La grande crisi del 2009 (cronache)
Giornalettismo
Zio Antonio
Radioinsurgente
Garbo
Vita da St(r)agista
sonolaico
serafico
jonathan fanesi
Valhalla
Millenniumphoenix
gianfalcovignettista
occhidaorientale
Undine
Capemaster
Mimovo
antonio barbagallo
Nefeli
Secondoprotocollo
Nessunotocchisaddam
Pragmi
Rigitans
Alessandro
Formamentisblog
Corso di traduzione letteraria
Filosofia del web
Mediamente
Psicopolis
Blog cognitivismo
Dswelfare
Caffeeuropa
Stefano Borselli
Domenico De simone
Andrea Agostini
democrazia diretta
Finkelstein
Movisol
Società e conflitto
menoStato
Settantasette
la Cia
misteri e cospirazioni
Globalizzazione
Centroimpastato
Tugan Baranovsky
Wright su reddito garantito
Contro il lavoro
Assenteismo e operai
Auschwitz e il marxismo
Cestim migrazioni
Salute naturale
Signoraggio
Umanitànova
Crisi della liquidità
Cooperazione tra cervelli
La Grassa su Bettelheim
Marx e Lange
Gramsci e la globalizzazione
Marx e la crisi
Prc quinto Congresso
Lessico gramsciano
Il virus inventato
Lotte disoccupati francesi
Biospazio
Storia nonviolenza
Tax justice network
Marx e la crisi
Seminari della controra
Valori e prezzi
Veti Usa a risoluzioni Onu
Anarchici
Nuovi mondi media
Stele e cartigli egizi
Libro dei morti
Egitto
Egitto2
Egitto3
Egitto4
Egitto5
Storia delle Brigate Rosse
Guide di Dada net
Aljazira.it
Arab monitor
Il Giornale
Cultura cattolica
Il denaro
Aldo Pietro Ferrari
Asianews
Storia della birra
Storia contemporanea
Dossier Legge Biagi
Ateneonline

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom