Blog: http://pensatoio.ilcannocchiale.it

Legalità

Ci sono quelli che...i lavavetri non sono poi così romantici, spesso ti minacciano etc etc.
Ci sono quelli che...dietro i lavavetri in realtà c'è un racket
Ci sono quelli che...nessuna situazione di indigenza giustifica la violazione delle leggi etc etc.
Beh, la prima giustificazione potrebbe essere usata per perseguitare chi minaccia, costringe etc etc, ma non il lavavetri in quanto lavavetri
La seconda potrebbe essere usata se lo strumento consentisse davvero di combattere il racket e su questo avrei qualche dubbio...
Ma la terza ragione davvero mi fa uscire fuori dai gangheri : a parte che due secoli fa circa Antonio Genovesi nella Diceosina argomentava che lo stato di bisogno rende non punibile chi ruba perchè affamato e tornare indietro di qualche secolo per seguire Walter Veltroni o Giuliano Amato mi sembra oltremodo stupido.


Beh, a parte questo, siamo in una nazione dove le organizzazioni criminali controllano processi economici e spesso politici di almeno cinque regioni (Sicilia, Puglia, Campania, Calabria, Basilicata). Siamo una nazione dove un iscritto ad una loggia massonica segreta (e dunque illegale) è stato due volte Presidente del Consiglio. Una nazione dove la corruzione politica ed economica ha livelli molto alti. Una nazione dove la rete di protezione sociale presenta smagliature ed inefficienze proverbiali. Eppure siamo così ipocriti da avocare la legalità (che da noi è un cane morto) per giustificare un provvedimento di polizia che mira solo a placare la rabbia di alcuni cittadini  e che intimidisce solo l'anello debole della catena.

Pubblicato il 30/8/2007 alle 2.20 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web