Blog: http://pensatoio.ilcannocchiale.it

Un po' di storia di Myanmar (non Birmania)

 

1)      Nei primi secoli dell’anno Mille si sviluppò il regno di Pagan, che fu però sconfitto dall’invasione mongola (1283). Il primo europeo ad entrare in Birmania fu forse Marco Polo.

2)      I re di Toungoo nel XVI riunificarono di nuovo la Birmania. Ma tale progetto di ricostruzione nazionale si scontrò con gli interessi britannici in Assam. Alla fine di ben tre guerre il re Thibaw fu fatto prigioniero dagli Inglesi (1886) e la Birmania annessa al Viceregno inglese dell’India.

3)      Negli anni ’30 sorsero alcuni movimenti nazionalisti : quello del monaco buddista U Ottama che si ispirava a Gandhi, quello di Saya San che voleva restaurare la monarchia, quello dell’Università di Rangoon che voleva mescolare buddismo e marxismo.

4)      Nel 1936 uno sciopero studentesco si trasformò in protesta nazionale antibritannica sotto la guida di Aung San.

5)      La caduta del mercato internazionale del riso e le elevate imposte portarono migliaia di contadini all’indebitamento ed alla rovina negli anni ’30 per mano di banche inglesi e creditori indiani. Ci furono in seguito a ciò ribellioni popolari nel 1938 e nel 1939.

6)      Allo scoppio della seconda guerra mondiale, un gruppo di militanti anticolonialisti conosciuti come “I trenta compagni” formò il BIA (esercito indipendentista birmano) che si alleò con i Giapponesi contro gli Inglesi ed entrò nella capitale, ma si configurò su base etnica scatenando la rabbia delle minoranze (karen, kachin e shin) che organizzarono guerriglie aiutati dagli Inglesi.

7)      Il 1 Agosto 1943 i Giapponesi riconobbero l’indipendenza della Birmania, ma ci furono poi disaccordi tra il Giappone e l’ala comunista dei Trenta compagni : il BIA dichiarò guerra al Giappone e si alleò a sua volta con gli Inglesi, che lo riconobbero come esercito patriota birmano che entrò di nuovo a Rangoon nel 1945 e Aung San organizzò un governo di transizione.

8)      Nel 1947 fu redatta una Costituzione, ma Aung San fu ucciso poco dopo e U Nu assunse la carica di Primo Ministro. Nel 1948 fu proclamata l’indipendenza del paese.

9)      Il nuovo governo dovette affrontare la guerriglia delle minoranze etniche, la presenza di forze militari del Kuomintang cinese e la lotta armata dell’esercito del defunto Aung San, legato al Partito Comunista.

10)  Nel 1962 il generale Ne Win destituì U Nu e nazionalizzò banche, industria del riso e il commercio che era nelle mani degli Indiani. Nel 1972 una nuova Costituzione confermò al potere il Partito Socialista della Birmania.


11) 
 Nel 1987 il deterioramento della situazione socioeconomica portò ad una richiesta di democratizzazione : Ne Win fece autocritica e fu nominato capo di Stato Sein Lwin la cui nomina causò un ondata di proteste con molti morti tra giovani e monaci buddisti. Lwin si dimise quasi subito e fu nominato al suo posto Maung Maung che iniziò un processo di liberalizzazione. Nel 1990 il governo cambiò il nome del paese in Unione di Myanmar dal momento che il nome Birmania si riferiva solo all’etnia maggioritaria e abbandonò la designazione di socialista.

12)  Sempre nel 1990 la Lega per la democrazia ottenne una schiacciante vittoria alle elezioni (80% dei voti) e il governo in carica annulla le elezioni e reprime il dissenso

13)  Tuttavia nel 1992 si sottoscrivono le quattro convenzioni di Ginevra sulle norme internazionali minimali sui conflitti armati e si rimettono in libertà 1300 prigionieri politici, si riaprono le università e apre un nuovo giornale. Tuttavia nel 1993 ci furono nuovi arresti e nel 1995 un altro giro di vite.

14)  Il paese comincia a divenire attraente per gli investitori internazionali ed al tempo stesso viene messo sotto osservazione per la situazione dei diritti civili e politici. In una certa fase sembra allentare il controllo sulla popolazione (1995.1997,2002,2003), per poi di nuovo stringere la rete della repressione (1996, 2000, 2004). Nel 1997 la giunta militare si sciolse e si costituì un Consiglio di Stato per la pace e lo sviluppo, mentre nel 2003 il primo ministro Khin Nyunt proclamò una Costituzione più liberale.

Pubblicato il 30/9/2007 alle 1.48 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web