Blog: http://pensatoio.ilcannocchiale.it

Homer sum : l'antropologia prima dell'antropologia

Prima dell'antropologia come disciplina esisteva già l'immensa letteratura dell'esotismo e di viaggio, costituita da resoconti di missionari, viaggiatori, esploratori, mercanti e soldati. All'interno di questa tradizione prevalevano moralismo, pregiudizio e meraviglioso.
Accanto a tale letteratura c'era quella rappresentata da Montesquieu e Rousseau che subordinava il discorso sulle altre culture alla critica della società nella quale si era inseriti. La figura del selvaggio serviva per la polemica religiosa o per la critica all'assolutismo politico. Non ci si sofferma tanto sulla specificità delle società avocate come pretesto, ma queste ultime servono per un'operazione di rovesciamento. 



Alle negazioni libertine della religione condotte attraverso lo strumento comparativo, si contrappone ad es. un'opera come "I costumi dei selvaggi americani" di Lafitou che vuole dimostrare che una concezione religiosa dell'Essere supremo è presente in tutte le società primitive. All'origine non c'è l'assenza di Dio, ma la sua presenza.
Ma l'Uomo ?

Pubblicato il 4/10/2007 alle 0.49 nella rubrica Filosofia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web