Blog: http://pensatoio.ilcannocchiale.it

Moratori ce salutant

Nel teatrino della politica italiana Giuliano Ferrara svolge l'utile e idiota funzione del guastatore : come un personaggio del fumetto "Thor" dell'allora editrice Marvel-Corno, e cioè Volstagg il vanaglorioso, egli prende i media a panzate, calando una cagata enorme sul dibattito pubblico, mentre complici più silenziosi dell'uno e dell'altro schieramento politico fanno il lavoro di sostanza, debellando i loro potenziali avversari. Ieri infatti si parlava di una moratoria riguardante l'aborto, che non si sa cosa voglia dire, perchè nel caso della pena di morte è lo Stato a fare un po' tutto e dunque lo Stato può fermare le esecuzioni, ma nel caso dell'aborto i soggetti coinvolti sono moltissimi e allora chi controlla chi...




Al tempo stesso sempre ieri a Bonanni che ripeteva il populistico tentativo dei sindacati di aumentari i salari diretti diminuendo quelli indiretti, il silenzioso Tiziano Treu ribadiva che bisognava cambiare la struttura dei contratti. Questa, signori, è la partita seria che si gioca in questo paese e Ferrara dei nascituri se ne strafotte. Ovviamente la sinistra va a difendere il bidone vuoto (sarebbe per la reazione una battaglia persa in Polonia da quella Chiesa che ha sconfitto il comunismo), mentre lascia alla mercè degli avversari punti ben più deboli delle nostre difese di principio.
Intanto hanno celebrato il funerale dell'ultimo operaio morto. Mentre i nascituri attendono, i moratori ce salutant

Pubblicato il 3/1/2008 alle 16.44 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web