Blog: http://pensatoio.ilcannocchiale.it

Soluzione radicale e definitiva

Come si può sperare che la società civile vada oltre la camorra, se lo stile di un governo della Repubblica si è concretizzato nelle decisioni di Prodi annunciate nella giornata di ieri ?
Ma poi in cosa consiste la decisione ? In criteri, in progetti, in programmi che siano vincolati dalla legge e dal rispetto dei valori previsti dalla Costituzione ?
No. La decisione riguarda la già decisa costruzione degli ecomostri. La decisione riguarda l'ennesimo commissario straordinario. La decisione riguarda Carmine De Gennaro, sguinzagliato come un pitt bull ad ammonire altri cagnacci rognosi e latranti.
Lo Stato scende al livello della camorra : questo qui, sembra dire, è già stato battezzato nel sangue e può spargerne ancora. Lo Stato decide nel senso che si tira indietro e lascia parlare una logica militare non solo per i blocchi di Pianura, ma per qualsiasi altra manifestazione conflittuale contraria all'intreccio tra politica, affari e malavita che sta dietro la costruzione degli ecomostri. Lo Stato delega i mastini a guardia di tale intreccio, rinuncia alla politica vera e lascia sul terreno solo la politica come gestione dell'emergenza, come furbizia italica della dilazione e del fatto compiuto. E, come la politica, gli intellettuali sono i baciapile, i cortigiani della pala meccanica : a Ballarò Stella sancisce ufficialmente l'innocuità degli inceneritori e la bontà delle popolazioni settentrionali che non hanno protestato nemmeno per un'ora, mentre Galimberti aspira ad una politica che decida come negli Usa e come in Francia.
Che si può pretendere dagli abitanti di Pianura se l'università italiana sforna tale camorristica mentalità per la quale la politica è uno solo al comando, ed è obbedienza e conformismo ?
Intanto la camorra ha fatto un interessante esperimento politico che servirà per il futuro : la gestione consapevolmente ed ufficialmente barbara di una parte del territorio italiano. Non sarà l'ultima volta.

Pubblicato il 9/1/2008 alle 12.30 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web