Blog: http://pensatoio.ilcannocchiale.it

Mamma

 Quando penso a te
con la testa abbassata
e lo sguardo indifeso e rassegnato
di fronte a quella lastra
sento il mio cuore
legato ad un elastico
e fissato con un chiodo
alla stella più lontana.



Apro la bocca
e le lacrime corrono
lungo una linea infinita
mentre il cielo piomba
nella mia gola rauca.
Non vedo l'ora
di saltare la linea
e cercarti con la fame
di un bestemmiatore
E tutto solo
per darti un altro bacio

Pubblicato il 9/1/2008 alle 22.12 nella rubrica Schegge.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web