Blog: http://pensatoio.ilcannocchiale.it

La bella figura di... di Galan

La dichiarazione di Giancarlo Galan, presidente della regione Veneto
Metteremo in neretto le affermazioni che piĆ¹ ci interessano
 
"E' ingeneroso prendersela con il Sindaco di Napoli, con la signora Iervolino, che non sa o finge di non sapere che nulla ha a che vedere il Veneto, in quanto istituzioni, con lo sversamento di rifiuti tossici nelle discariche legali o illegali della Campania. E' penoso infatti constatare che il Sindaco di Napoli non si rende conto che dalle sue parti e' cosi' diffusa l'illegalita' da rendere possibile quanto da lei denunciato". Lo dichiara in una nota il presidente della Regione Veneto Giancarlo Galan che ammette: "Da noi, come da altre parti d'Italia e d'Europa, esistono imprese canaglia che portano in Campania veleni d'ogni genere, ma spetta innanzitutto alle istituzioni della Campania impedire che cio' avvenga. In breve, la Iervolino si da' la zappa sui piedi e non coglie il senso della tragedia in atto a Napoli e dintorni: li' le istituzioni della democrazia non esistono piu' e questo consente alla malavita del Nord, del Centro e del Sud, non esclusi alcuni Paesi europei, di scaricare in Campania rifiuti tossici".
  "Il Veneto, cara signora Iervolino, e' regione virtuosa in tanti aspetti della vita sociale ed economica -
sottolinea Galan - e se ci sono imprese che delinquono in Italia e' perche' esistono istituzioni come quelle campane, che da ogni punto di vista sono ormai estranee alla democrazia, alla buona politica, all'etica amministrativa "


img179/8572/presidente20galan20zb6.jpg

Ecco un brano di un articolo del Corriere delle Alpi del 18 Gennaio 2008
"Ieri, nell'aula del Tribunale di Mestre, il pubblico ministero Giorgio Gava ha parlato per circa sei ore dei trucchi e dei sistemi che i trafficanti di rifiuti avrebbero usato per aggirare le norme ambientali, inquinando mezza Italia con amianto, alluminio, idrocarburi, piombo, mercurio, cloruri, nitrati ed altri veleni provenienti dalle produzioni industriali soprattutto del Veneto e della Lombardia. Sono finiti a Bacoli, a Giuliano, a Qualiano e ad Acerra, in provincia di Napoli, ad Aversa, in provincia di Caserta, tutte zone ora in piena emergenza rifiuti, ma sono stati scaricati anche... nel Veneto (Paese, Roncade, San Martino Buonalbergo, Malcontenta, Pernumia), in Puglia (ad Alviano e Modugno) e in Sardegna. "

Pubblicato il 22/1/2008 alle 12.9 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web