Blog: http://pensatoio.ilcannocchiale.it

Monnezza : Nimby ? Pare di no...

 Sono stati realizzati impianti che dovevano essere Cdr e che invece sono dei tritovagliatori che non hanno prodotto ecoballe con i requisiti imposti dalla legge vigente. E' in via di ultimazione l'inceneritore di Acerra in un sito già ora inquinato oltre i valori previsti dalla legge. Sono state realizzate discariche per accumulare rifiuti prodotti fuori legge dagli impianti definiti ex Cdr dallo stesso Commissario di governo. E' evidente che gli attori succedutisi nel ruolo di Commissario di governo hanno dimostrato una palese incapacità. E' palese che, di fatto, la struttura commissariale si è rivelata un'efficace sanguisuga di risorse finanziarie pubbliche provocando un dannoso e grave inquinamento ambientale nelle aree urbane e nelle aree circostanti le discariche eseguite spesso in siti non idonei con inquinamento del suolo e delle acque superficiali e sotterranee (come a Lo Uttaro vicino a Caserta e a Basso dell'Olmo sul fiume Sele). Tutto ciò ha determinato la diffusione a scala mondiale di un'immagine regionale squallida con conseguenti danni economici per le attività turistiche e agricole e produttive in genere. I cittadini campani sono stati sottoposti per lunghi anni a ripetute situazioni di rischio sanitario e non hanno goduto del diritto alla salute previsto dall'articolo 32 della Costituzione italiana.
Troppe volte rappresentanti di varie istituzioni hanno elargito promesse che non sono state mantenute. Tanto per fare un esempio, è dovuto intervenire personalmente il Presidente della Repubblica per garantire che alcune discariche sarebbero state definitivamente chiuse (Parapoti e Difesa Grande). Ora viene elusa la promessa presidenziale prevedendone la riapertura (Difesa Grande sicuramente, Parapoti come riserva).

(Franco Ortolani)

Pubblicato il 10/2/2008 alle 22.11 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web