Blog: http://pensatoio.ilcannocchiale.it

Primo Levi : l'alba come dissoluzione

L'alba ci colse come un tradimento; come se il nuovo sole si associasse agli uomini nella deliberazione di distruggerci. I diversi sentimenti che si agitavano in noi, di consapevole accettazione, di ribellione senza sbocchi, di religioso abbandono, di paura, di disperazione, confluivano ormai, dopo la notte insonne, in una collettiva incontrollata follia. 




Il tempo di meditare, il tempo di stabilire erano conchiusi, ed ogni moto di ragione si sciolse nel tumulto senza vincoli, su cui, dolorosi come colpi di spada, emergevano in un lampo i ricordi buoni delle nostre case.
Molte cose furono allora fra noi dette e fatte; ma di queste รจ bene che non resti memoria.

(Primo Levi)

Pubblicato il 21/6/2008 alle 21.30 nella rubrica Filosofia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web