Blog: http://pensatoio.ilcannocchiale.it

Marco del Toso :il federalismo fiscale è un attacco alla Costituzione

 Caro Direttore,
il federalismo fiscale presuppone un patto fra diversi,uno sviluppo diseguale fra i diversi territori. Sotto il profilo teorico si fonda, infatti, sull'autosufficienza delle risorse e, quindi, intorno ad una concezione egoistica della redistribuzione economica e sociale delle risorse. La ricchezza, secondo questa concezione, deve rimanere anche dal punto di vista della spesa sociale nel territorio dove essa viene prodotta; anche per questa ragione il Prc si oppose nel 2001 alla modifica del titolo quinto della Costituzione che ha introdotto con l'art.119 tale principio.
La legge delega sul federalismo fiscale approvata dalla maggioranza di centro-destra al Senato conl'astensione del Partito Democratico e dell'IDV potrebbe costituire l'anticamera,quando verranno approvati i decreti attuativi,della distruzione dei servizio sociali e della loro omogeneità su tutto il territorio nazionale. La delega che conferisce al Governo il potere di istituire nuove imposte (siano esse comunali, provinciali, regionali) svuota il Parlamento dei tradizionali poteri impositivi. Inoltre non sono chiari i costi (economici e sociali) di questo nuovo federalismo che solo nelle intenzioni del novello legislatore dovrebbe garantire la riduzione della pressione fiscale.


Una dedica a tutti gli italiani...

E ancora: la Corte Costituzionale oltre a sollecitare la definizione delle materie di competernza esclusiva dello Stato e di quelle concorrenti delle regioni aveva imposto la definizione dei livelli essenziali delle prestazioni "concernenti i diritti civili e sociali che devono essere garantiti su tutto il territorio nazionale" e nella legge delega non vi é traccia di questo passaggio. Si configura un neo centralismo regionale in luogo di quello Statale forriero di sprechi e nuovi clientelismi. Il federalismo fiscale, sembra questione astratta ma non lo è. Opponiamoci con forza, in nome dei valori di solidarietà, politica ed economica che la repubblica riconosce e garantisce. (art.2 della Carta Costituzionale).

Pubblicato il 29/1/2009 alle 18.41 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web