Blog: http://pensatoio.ilcannocchiale.it

Cesare Pavese : la cena triste (parte prima)

Proprio sotto la pergola, mangiata la cena.
C'è lì  sotto dell'acqua che scorre sommessa.
Stiamo zitti ascoltando e guardando il rumore
che fa l'acqua a passare nel solco di luna.
Quest'indugio è il più dolce.



La compagna, che indugia
pare ancora che morda nel grappolo d'uva
tanto ha viva la bocca ;
e il sapore perdura, come il giallo lunare, nell'aria.
Le occhiate nell'ombra, hanno il dolce dell'uva,
ma le solide spalle e le guance abbrunite
rinserrano tutta l'estate

Pubblicato il 8/6/2009 alle 21.37 nella rubrica Filosofia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web