Blog: http://pensatoio.ilcannocchiale.it

Cesare Pavese : paesaggio

Sotto il gelo dell'acqua c'è l'erba.
La donna vi trascorre sospesa.
Ma noi, l'erba verde, la schiacciamo.
Con il corpo.
Non c'è lungo le acque altro peso.



Noi soli sentiamo la terra.
Forse il corpo allungato di lei, che è sommerso
sente l'avido gelo assorbirle il torpore delle membra assolate
e discioglierla viva nell'immobile verde.
Il suo capo non si muove.

Pubblicato il 31/7/2010 alle 11.59 nella rubrica Filosofia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web