Blog: http://pensatoio.ilcannocchiale.it

Cesare Pavese : la donna come un dio

Era stesa anche lei,
dove l'erba è piegata.
Il suo volto socchiuso
posava sul braccio e guardava nell'erba.



Nessuno fiatava.
Stagna ancora nell'aria
quel primo sciacquìo che l'ha accolta nell'acqua.
Su noi stagna il fumo.

Pubblicato il 31/7/2010 alle 16.26 nella rubrica Filosofia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web