Blog: http://pensatoio.ilcannocchiale.it

La caduta del saggio di profitto

Per aumentare la produttività del lavoro il capitale deve rivoluzionare costantemente la base tecnica della produzione introducendo nuovo capitale costante ed accrescendo la composizione organica del capitale. L’aumento della produttività del lavoro è sinonimo dell’aumento del saggio del plusvalore (o saggio di sfruttamento). Ma al tempo stesso con l’accresciuta composizione organica del capitale si ha una caduta del saggio di profitto e cioè del rapporto che il plusvalore ha non solo con il capitale variabile, ma con tutto il capitale (costante + variabile).

 

 

In realtà l’aumento del saggio di plusvalore si ha solo se all’aumento di C corrisponda una diminuzione equivalente di V, ma le lotte di resistenza operaia possono far rimanere inalterato il saggio di plusvalore, facendo diminuire il saggio di profitto o ci può essere un maggiore profitto complessivo che compensi l’aumento di C, rimanendo inalterato V.  Ovviamente a livello micro, se l’aumento di C è compensato dalla diminuzione di V, non si ha diminuzione del saggio di profitto. Solo a livello aggregato, se l’espulsione a livello generale di V porta ad una diminuzione della domanda aggregata, ci può essere una crisi di realizzo che porta ad una diminuzione dei ricavi e quindi complessivamente dei profitti, con una contestuale caduta del saggio di profitto.

 

Un’altra ipotesi che si può collegare alla caduta tendenziale del saggio di profitto è che in presenza anche di un minimo di concorrenza, il progresso scientifico e quello tecnologico costringono le imprese ad un veloce adeguamento dei mezzi di produzione, un adeguamento più veloce del tempo necessario alle imprese per ammortizzare il costo iniziale dell’investimento, per cui alla fine quest’ultimo diventa esiziale per l’impresa sia a livello micro che a livello aggregato. Si ha cioè un  effetto di affastellamento degli investimenti che finisce per gravare sul saggio di profitto.

Quanto alla tesi che tendenza e controtendenza si compensano, la forza che può impedire al saggio di plusvalore di aumentare e compensare l’aumento della composizione organica di capitale può essere la lotta operaia e sindacale.

Pubblicato il 2/9/2010 alle 12.8 nella rubrica Comunismo.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web