Blog: http://pensatoio.ilcannocchiale.it

Galbraith : la retorica della piccola impresa

Il piccolo imprenditore,l’agricoltore indipendente,sono ancora figure importanti nell’insegnamento dell’economia e della oratoria politica. Servono da apripista a quella retorica del lavoro intenso che si vuole inculcare ai lavoratori dipendenti, come se fossero imprenditori di se stessi. Evocano il sistema economico descritto dai classici dell’economia dei tempi passati.

 

 

Tuttavia non sono rappresentativi della realtà attuale, ma solo i simboli di una traduzione rispettata. Il commerciante al dettaglio è atteso al varco dalla grande distribuzione. L’agricoltore indipendente deve lottare ad armi impari con le multinazionali dei cerali della frutta e verdura. Chi ha una stalla subisce la concorrenza di allevamenti con decine di migliaia di capi. Per tutte queste realtà, il divario tra costi e ricavi si assottiglia sino a rasentare il passivo. In realtà la perdurante retorica politico-sociale della piccola impresa e dell’agricoltura familiare è una forma vagamente innocente di truffa.

Pubblicato il 25/9/2010 alle 16.0 nella rubrica Comunismo.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web