Blog: http://pensatoio.ilcannocchiale.it

Mazzetti : la trave nel tuo occhio

Coloro che criticano i comunisti (ad es. dicendo che vogliono il Paradiso in terra) riescono a vedere in loro e a criticare ciò che non vedono in se stessi, e cioè che in questa forma di rappresentazione della comunità si annida una filosofia idealistica della storia, una forma di irrazionale teleologismo. Se questa critica è senz’altro giusta, è però del tutto errato il presumere che coloro che non provano il bisogno di comunismo non incorrano a loro volta in una analoga mistificazione.

 

Anse Source d'Argent: This far we are all alone here

 

C’è infatti un finalismo inconsapevole nel presumere che la propria forma di vita rappresenti quella della compiuta umanità, nel senso che con essa scompaia definitivamente il problema della contraddittorietà delle relazioni produttive, finalismo che è del tutto analogo a quello che caratterizza la rappresentazione del comunismo come fine della storia. Questo finalismo può restare nascosto solo perché questa esperienza non è a sua volta oggetto di riflessione critica che consente di cogliere appunto come la propria forma di vita sia un prodotto, con una validità  sociale necessariamente transitoria.

Pubblicato il 8/12/2010 alle 11.45 nella rubrica Comunismo.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web