Blog: http://pensatoio.ilcannocchiale.it

Mazzetti : lo scambio ed il gregario

La convinzione largamente diffusa non solo al livello del senso comune, ma anche tra gli studiosi ortodossi di scienze sociali, è cioè che la società sia un qualcosa di consapevolmente e liberamente posto da esseri originariamente indipendenti per realizzare i propri fini individuali. Per dirla con Dahrendorf, che condivide questo travisamento, che persone diverse abbiano dovuto creare istituzioni comuni per sopravvivere e far avanzare il proprio destino.

 

 

Si tratta di una idea assurda : l’uomo infatti non inizia il suo cammino isolatamente, ma piuttosto si isola attraverso il processo storico. Originariamente si presenta come un essere gregario. Lo scambio stesso è uno dei mezzi principali di questo isolamento. Esso infatti rende superfluo il gregarismo e lo dissolve.

 

 

Pubblicato il 30/12/2010 alle 11.51 nella rubrica Comunismo.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web