Blog: http://pensatoio.ilcannocchiale.it

Conto e racconto : angolo giro

Altra importante base, forse collegata alla base 12, è la base 60.

La base 60 presa alla lettera prevedrebbe 60 segni diversi e sarebbe un sovraccarico della memoria.

Essa è stata parzialmente utilizzata dalle civiltà mesopotamiche e da astronomi greci ed arabi per misurare archi ed angoli.

Attualmente viene usata per le misure angolari (e dunque anche latitudine e longitudine) e per le misure cronometriche.

I Sumeri, raffinati commercianti elaborarono un sistema numerico che si basava su 5,10,20.

1,2,3,4,5,5+1,5+2,5+3,5+4,10,20,10x3,20x2,(20x2+10).   60 era una nuova unità che fu denominata geshta per differenziarla da gesh=1.

 

1= gesh, ash, dish   4= limmu   7= imin (ia+min)  
2= min  5= ia   8= ussu  
3= esh  6= ash (ia+gesh?)  9= ilimmu (ia+limmu)  
10= u (le dita)  
20 = nish
30 (3x10) 
40 (2x20)
 50 (40+10)

                            

                                                                         

Imin e ilimmu sono tracce di un sistema a base 5. Anche ash forse è un residuo di questo tipo.   

Come si vede dai numeri oltre il 20, le basi utilizzate e gli algoritmi di composizione sono molteplici, ad indicare l’arcaicità del metodo.

 

600= gesh-u (60x10)

3600= shar

36000= shar-u (3600x10)

216000= shar-gal (3600x60)

2.160.000= shar-gal-u (3600x60x10)

Numerazione con diversi livelli

1,60,600,3600,216000,2.160.000,12.960.000

1-10-10x6-(10x6x10)-(10x6x10x6)-(10x6x10x6x10)-(10x6x10x6x10x6)-(10x6x10x6x10x6x10)

(10x6x10x6x10x6x10x6)

 

Pubblicato il 1/4/2011 alle 9.21 nella rubrica Conto e racconto.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web