Blog: http://pensatoio.ilcannocchiale.it

Mazzetti : l'ottimismo dei giovani come must

L’idea che la modalità prevalente della socialità, lungi dall’essere sperimentata da tutti come una forza, possa costituire per molti una catena, viene allontanata da Popper con esecrazione. Si giunge addirittura a sostenere che l’eventuale apparire nei giovani di un senso di estraniazione non rappresenterebbe l’esperienza corrispondente al loro modo di vita, quanto la conseguenza di una manipolazione praticata nei loro confronti in mala fede.

 

Ma la convinzione che tutto il futuro possa essere indefinitamente contenuto all’interno delle forme produttive date e che sarebbe stato cioè costruito un mondo nel quale questo divenire potrebbe ricorrentemente compiersi in forma non contraddittoria, perché la società avrebbe finalmente trovato la forma adeguata di apertura, è una illusione, l’illusione tipica della classe media.

Quest’ultima, sin dal tempo di Marx,si affanna a sostenere che le forme di volta in volta date della vita sociale siano le ultime.

 

 

Pubblicato il 31/3/2011 alle 16.9 nella rubrica Comunismo.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web