Blog: http://pensatoio.ilcannocchiale.it

Conto e racconto : geroglifici

 I geroglifici egizi non sono ripresi dalla scrittura sumera.

Essi si basano su utensili e sulla fauna egizia.

Gli Egizi usano decimali e non i sessagesimali mesopotamici.

Dunque la scoperta dei numeri non ha avuto una sola sede con successiva diffusione, ma è stata ottenuta autonomamente da diverse civiltà in presenza di condizioni storiche più o meno omogenee (Sumeri, Egizi, Cretesi, Indiani, Precolombiani, Cinesi).

Necessità di ordine contabile,amministrativo,commerciale hanno favorito tali processi.

Necessità superamento memoria soggettiva e cultura orale.

 

 Anche scrittura egizia prima numerica, poi letterale.

Primi reperti:

Tavolozza di N(A)-M(E)R 2900 a.C.

400.000 tori

1.422.000 capre

120.000 prigionieri

Statua di Khasekhem 2800 a.C.

47.209 nemici uccisi

4 dita   7 loti    2 spirali            9 trattini

Non c’è bisogno di ZERO perché gli ordini numerici anche qui sono contraddistinti da diversi pittogrammi, forse a riprodurre una gerarchia anche sociale rigida, letterale e non funzionale.   

Pubblicato il 3/5/2011 alle 9.11 nella rubrica Conto e racconto.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web